Tag

, , , , ,

Continuando a mostrarvi i dati ufficiali noto che costruire una tabella relativa alle spese militari dell’Italia è quanto mai difficile. La tabella che leggete sotto (come le altre) è tratta da “Il bilancio dello Stato 2009-2011 e la relativa manovra di finanza pubblica”. Saltano agli occhi da subito delle cose curiosissime. I costi relativi alle missioni di pace per il 2010 e 2011 non sono presenti. In tal modo apparentemente – seppur di poco – le spese militari sembrano diminuire. In realtà consultando Wikipedia si scoprono i due dati che nel totale complessivo ho messo tra parentesi. Questi dati derivano dalla “Direttiva generale per l’attività amministrativa e la gestione per l’anno 2010”. Ho cercato di recuperare il documento ma è sparito dal link e non sono riuscito a rintracciarlo sul sito del Ministero della Difesa. Perciò mi scuso ma vi fornisco solo i dati di cui sono sicuro. Per il 2011 ho messo dei punti interrogativi. Una fonte “di parte” scrive che. “Alla luce dei vincoli finanziari, e secondo i documenti ufficiali, il volume finanziario complessivo a disposizione del ministero della difesa è pari a 20 miliardi e 494,6 milioni di euro, nel 2011, a 21 miliardi e 16 milioni di euro, nel 2012, e a 21 miliardi e a 368 milioni di euro, nel 2013”. Questa dinamica di crescita si accorderebbe con i dati che vi riporto con un aumento circa 130 milioni di euro nel 2011. Un dato mi sembra certo: le spese militari a differenza di tutti gli altri capitoli di spesa dello Stato non diminuiscono.

.

Annunci